Manabu Mabe

Kumamoto, Giappone 1924 - São Paulo SP 1997

Pittore, incisore, illustratore. Da Kobe, in Giappone, emigrò con la famiglia in Brasile nel 1934, per dedicarsi a lavorare nella piantagione di caffè nell'interno dello Stato di San Paolo. Interessato alla pittura, ha iniziato a fare ricerche, come autodidatta, su riviste e libri d'arte giapponesi. Nel 1945, nella città di Lins, impara a preparare la tela ea diluire i colori con il pittore e fotografo Teisuke Kumasaka. Alla fine degli anni Quaranta, a San Paolo, conosce il pittore Tomoo Handa al quale presenta le sue opere. Entra a far parte del Gruppo Seibi e partecipa agli incontri di studio del Gruppo 15. L'anno successivo acquisisce conoscenze tecniche e teoriche dal pittore Yoshiya Takaoka. Negli anni '50 partecipa alle mostre organizzate dal Gruppo Guanabara. Nel 1957 vende la sua piantagione di caffè a Lins e si trasferisce a San Paolo per dedicarsi esclusivamente alla pittura. L'anno successivo riceve il Leirner Prize for Contemporary Art. Nel 1959 è onorato con l'articolo intitolato L'anno di Manabu Mabe [L'anno di Manabu Mabe], pubblicato sulla rivista Squadra, in New York. Ha vinto il premio come miglior pittore nazionale alla 5a Biennale Internazionale di San Paolo e il premio di pittura alla 1a Biennale di Parigi. Negli anni '80 ha dipinto un pannello per la Pan American Union a Washington, Stati Uniti; illustra Il libro di Hai-Kais, traduzione di Olga Salvary e montaggio di Massao Ohno e Roswitha Kempf; ed elabora il sipario di sfondo del Teatro Provinciale, a Kumamoto, in Giappone.

  • MANABU Mabe. In: ENCICLOPÉDIA Itaú Cultural of Brazilian Art and Culture. San Paolo: Itaú Cultural, 2019. Disponibile su: . Accesso: 14 agosto 2019. Verbete da Encyclopedia.
    ISBN: 978-85-7979-060-7

Visualizzazione di 1-12 di 50 risultati